A.N.S.P.I.

Sei qui: Home Consulenza F.A.Q. Ambito Sportivo

Ambito Sportivo

    1. Un’associazione (Oratorio/Circolo) ASD deve adeguarsi alle disposizioni del decreto del 24 Aprile 2013 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica n°169 del 20 Luglio 2013 in materia certificati medici sportivi e defibrillatori?

      Sì. La risposta trova conferma nei seguenti documenti allegati:



    2. Un’associazione (Oratorio/Circolo) può essere affiliata sia ad una federazione sportiva nazionale (FNS) che a un ente di promozione sportiva (EPS)?

      Sì. La risposta trova conferma nei seguenti documenti ufficiali del CONI:

      1. Regolamento degli Enti di Promozione Sportiva approvato dal Consiglio Nazionale del CONI con deliberazione n° 1427 del 17/12/2010:
        Art. 3 Comma 2, afferma:
        “Ai fini del contenuto della lettera c) del presente articolo: - almeno il 60% delle associazioni o società sportive dilettantistiche devono essere affiliate da almeno 2 anni solo ed esclusivamente all’organismo che richiede il riconoscimento fatta eccezione per gli eventuali rapporti associativi in essere con FSN o DSA”.
        Il che significa che un Oratorio/Circolo in quanto Associazione/società sportiva per il CONI può affiliarsi contemporaneamente a più  Federazioni (FSN), Discipline Associate (DSA), Enti di Promozione Sportiva (EPS).
      2. Il Registro in Pillole, a cura Ufficio Riconoscimento Organismi Sportivi:
        “Ad ogni rapporto di affiliazione (FSN/DSA+EPS, EPS+EPS) deve corrispondere una distinta iscrizione. Ogni sezione di polisportiva deve ottenere un numero distinto d’iscrizione a riprova del riconoscimento ai fini sportivi del CONI
        È una ulteriore dimostrazione di un possibile, molteplice e contemporaneo rapporto di affiliazione disciplinato dal registro CONI.

      In conclusione:
      Il riferimento sistematico, negli atti ufficiali, al dato della pluralità di affiliazioni di uno stesso soggetto esclude che possa esserci una conflittualità non risolvibile.


    1. Un ragazzo o adulto può essere contemporaneamente  tesserato ANSPI (EPS) e tesserato con una federazione sportiva nazionale (FNS) ?

      Sì. Precisando che si possono verificare diverse situazione, a conferma della possibilità la seguente disposizione:

      1. Regolamento affiliazione e tesseramento FIPAV, approvato dal Consiglio Federale del 15 luglio 2005 delibera n.068/05 modifiche artt.18 e 23 delibera C. F. n.114 del 3 dicembre 2005, all’Art. 42 - Tesseramento con gli Enti di Promozione Sportiva dispone:
        “ Salve le disposizioni contenute nelle specifiche convenzioni, il tesseramento di un atleta con un Ente di promozione sportiva non lo legittima a partecipare alle attività sportive organizzate od autorizzate dalla FIPAV.

      In conclusione:
      la partecipazione all’attività giocata del ragazzo/adulto con doppio tesseramento ANSPI (EPS) e FNS (FIGC; FIPAV; ...) è demandata ai diversi regolamenti che possono specificare in quali campionati/tornei è ammesso il doppio tesseramento e, quindi, consentita la partecipazione dell’atleta e quelli invece in cui non lo è per i motivi di opportunità indicati da chi organizza il torneo.

      Ad esempio della fattispecie si riporta quanto prevede il regolamento UISPS:
      “Possono partecipare tutti i giocatori che hanno compiuto il 16° anno di età, possono essere tesserati e svolgere contemporaneamente attività sia per la UISP, FIGC, CSI e tutti gli Enti di promozione, purché tesserati UISP. Sono ammessi al campionato UISP i tesserati FIGC fino alla 3° categoria di calcio a 11 e alla serie D di calcio a 5. Sono ammesse 2 eccezioni in lista gara di tesserati FIGC fino alla 1° categoria di calcio a 11 e fino alla serie C di calcio a 5.”


    1. Se un’associazione Oratorio/Circolo si affilia all’ANSPI è automatica la sua iscrizione al registro ASD (CONI)?

      NO. L’affiliazione all’ANSPI (se riconosciuta EPS) non comporta l’automatico riconoscimento dello status di ASD per l’Oratorio/Circolo.


    1. Chi iscrive al registro CONI l’Oratorio/Circolo?

      Direttamente il presidente dell’Oratorio/Circolo o suo delegato.
      Il programma del tesseramento/affiliazione  ANSPI prevede le opzioni: iscrizione al registro APS e/o ASD. Inoltre la richiesta di iscrizione al registro CONI va comunque confermata a mezzo fax dal presidente dell’Oratorio/Circolo. Secondo le modalità prescritte (cfr. il  Registro in Pillole diap. n. 7)


    1. Se ANSPI viene riconosciuta EPS, i tesserati all’Oratorio/Circolo affiliato ANSPI, per partecipare ad un’attività sportiva, hanno l’obbligo di presentare il certificato medico qualificato agonistico?

      Dipende dall’attività.

      Esemplificazione
      Se l’Oratorio/Circolo non è iscritto al registro ASD (CONI) l’attività organizzata non assume la qualifica di attività sportiva e pertanto non occorre il certificato medico.
      Se invece l’Oratorio/Circolo è iscritto al registro ASD, l’obbligo del certificato dipende dall’attività così come risulta organizzata.


  1. Il nostro Oratorio/Circolo non è ASD ma organizza puntualmente tornei estivi (attività sportiva?) Per intrattenere i ragazzi. Occorre il certificato medico?

    No
    Considerazioni:
    Se durante  lo svolgimento di un torneo estivo di oratorio un ragazzo si sentisse male, formalmente il presidente dell’Oratorio/Circolo si sentirebbe sollevato da responsabilità, ma in sostanza non lo sarebbe in quanto considerando un valore assoluto la salute del ragazzo non avrebbe fatto tutto quanto era necessario fare, ovvero i preventivi accertamenti. Infatti è bene che ci si abitui ad effettuare tali visite mediche secondo il principio preventivo, tanto più per il fatto che per i minori sono agevolate e/o gratuite. Educare alla salute è un valore ancor più importante di addestrare ad una tecnica sportiva o addirittura del trofeo.

    TUTELA SANITARIA
    (estratto del nuovo regolamento interno ANSPI)
    Si regolamenta che
    Ai sensi del D.M.- Sanità del 18.2.1982 è qualificata agonistica, sebbene organizzata a fini promozionali l’attività:

    1. degli arbitri di calcio a 5, a 7 e a 11;
    2. degli arbitri di pallacanestro;
    3. dei tesserati atleti partecipanti alle fasi: Provinciale; Regionale e Nazionale della Rassegna Nazionale “Gioca con il Sorriso”;
    4. dei tesserati atleti partecipanti a manifestazioni Nazionali in genere e quando la manifestazione è dichiarata competitiva dal comitato organizzatore. L’età minima è uniformata a quella stabilita dalla Federazione Sportiva Nazionale di riferimento.

    Ai sensi del D.M.- Sanità del 18.2.1982 è qualificata non agonistica, sebbene organizzata a fini promozionali, l’attività:

    1. degli arbitri delle discipline non comprese nell’elenco dell’attività agonistica;
    2. dei tesserati partecipanti alle attività ricreative;
    3. dei tesserati partecipanti alle attività oratoriane;
    4. dei tesserati tecnici
    5. dei tesserati partecipanti alle attività delle rassegne nazionali, quanto queste non sono dichiarate competitive dal comitato organizzatore.

    Non sono obbligati a sottoporsi a visita medica:

    1. i tesserati dirigenti
    2. i giudici di tutte le discipline sportive che prevedono che il giudice stia seduto.

Online

Abbiamo 68 visitatori e un utente online

Statistiche dal 2013

Utenti registrati
1143
Articoli
377
Web Links
26
Visite agli articoli
10065406
Sei qui: Home Consulenza F.A.Q. Ambito Sportivo